Pantofole in lana cotta o pantofole in feltro?

Scopri le differenze

Parlare di pantofole in lana cotta o in feltro richiama alla mente immagini di case calde e accoglienti, di fuochi accesi e morbide coperte sui divani. In inverno sono un rifugio caldo per piedi infreddoliti nelle lunghe sere. D’altro canto vi è chi le porta anche in estate, per la caratteristica della lana che aiuta il piede nella naturale regolazione della temperatura.

Lana cotta e feltro di lana sono materiali molto resistenti e garantiscono un ottimo isolamento termico sia durante i rigidi inverni che nelle calde estati (la resistenza da vai -40° fino a +120°).

Vediamo in cosa si differenziano:

  • le pantofole in feltro di lana sono realizzate con un panno composto da un insieme di fibre di lana di pecora cardata che vengono “bollite” e poi pressate fino ad ottenerne l’infeltrimento.
  • le pantofole di lana cotta sono invece prodotte con un tessuto di lana filata e lavorata a maglia in diverse grammature, poi infeltrita per ottenere un materiale più compatto e di maggior spessore.

Il design delle ciabatte Loewenweiss: tradizione e modernità

Il panno utilizzato per le ciabatte in feltro ha un peso specifico inferiore al materiale con cui vengono prodotte le ciabatte in lana cotta. Anche lo sviluppo della calzata è studiato tenendo in grande considerazione il tipo di materiale che verrà utilizzato per assicurare il massimo comfort possibile.

Pantofole in lana cotta o pantofole in feltro possono diventare anche calzature alla moda, colorate e rifinite in differenti modi, con o senza tacco, non solo le tradizionali pantofole dal disegno classico.

Ci sono pantofole Löwenweiss sia in feltro che in lana cotta a seconda dei modelli, in modo da armonizzare il tessuto con uno specifico contenuto (peso) di fibra di lana con la forma della calzatura.

Immagine

Best sellers

Condividi il tuo

Löwenweiss moment

Newsletter

5% di sconto
se ti iscrivi ora

- [?]Leggi l'informativa sulla privacy